giovedì 31 gennaio 2013

I love tartufi!!!

Un motivo per cui mi piace l'inverno è che le sue temperature fredde sono l'ideale per lavorare il cioccolato..
E io lo ammetto, sono cioccolatodipendente!

Toglietemi tutto, ma non la mia dose quotidiana di cioccolato..

Apprezzo la semplice tavoletta (semplice per modo di dire perchè da quando ho fatto il primo corso con il Nanni ho imparato a leggere le etichette e sto molto più attenta alla composizione del cioccolato) ma di sicuro non disdegno una pralina o un cioccolatino ben fatto!

I miei preferiti poi sono i tartufi.. potrei mangiarne una valanga senza fermarmi!
Così scioglievoli in bocca.. Goduria allo stato puro!

Partendo da una ricetta del Nanni ho quindi dato sfogo alla fantasia (in realtà neanche tanta!) e l'ho declinata in ben 7 versioni diverse!

Che ne dite di far trovare al vostro amato/a una bella scatola di questi per S. Valentino?






Ecco quindi la ricetta "base" e le sue declinazioni

TARTUFI 

- fondenti al rhum (dose per 40 tartufi):
250 gr di cioccolato fondente
100 gr di panna
25 gr di burro
1 cucchiaio di rhum
5 cucchiai di cacao amaro
300 gr. di cioccolato fondente per l'eventuale ricopertura
cocco rapè (facoltativo)

- al latte (dose per 40 tartufi):
250 gr di cioccolato al latte
100 gr di panna
25 gr di burro
5 cucchiai di cacao amaro
300 gr. di cioccolato al latte per l'eventuale ricopertura

- al cioccolato bianco (dose per 40 tartufi):
250 gr di cioccolato bianco
100 gr di panna
25 gr di burro
5 cucchiai di zucchero a velo
300 gr. di cioccolato bianco per la ricopertura
cocco rapè (facoltativo)


Procedimento:
Ridurre il cioccolato in scaglie di grandezza omogenea.

Portare a bollore la panna con il burro sul fuoco oppure in microonde.

Quando prende il bollore versarvi il cioccolato tritato tutto in una volta e mescolare fino a quando non è completamente sciolto.

Far raffreddare e poi aggiungere l'eventuale liquore.

Porre in un contenitore basso e largo (anche un piatto fondo bello largo può andare bene) e far solidificare in frigorifero.

Nanni consiglia un passaggio in frigo di 24 h e di tirare fuori dal frigo il composto mezzora prima di lavorarlo, procedere alla formatura e in seguito alla copertura con cacao e/o cioccolato.

In questa procedura ho però trovato 2 aspetti per me "problematici": il primo aspetto è il riposo in frigo di 24h, che non sempre si ha e il secondo aspetto è la consistenza del composto anche dopo mezzora fuori dal frigo risultava troppo duro per poter essere lavorato e successivamente troppo morbido e appiccicoso!

Quindi, forse un pò ereticamente (Nanni perdonami!!! Ma non ho dimenticato tutti i tuoi insegnamenti!), ho optato per una via alternativa, più veloce e che permette di ottenere dei tartufi dalla forma perfetta (a me personalmente piacciono così, belli sferici non bitorzoluti.. ma è solo questione di gusti!).

Ho lasciato solidificare il composto in frigo fino ad ottenere una consistenza soda ma tale da potervi infilare un cucchiaio senza usare troppa forza (circa un paio d'ore, ma dipende dalla temperatura del frigo. Se avete davvero poco tempo a disposizione nulla vieta di fare un passaggio più veloce in freezer).

Ho quindi ricavato tante porzioncine con il cucchiaino e ho ottenuto delle piccole sfere rotolando tra le mani il composto porzionato.

Per non far appiccicare il composto alle mani le ho sporcate ben bene nel cacao (per la versione fondente e al latte) oppure nello zucchero a velo (per la versione al cioccolato bianco).

Questo "trucchetto" permette appunto di lavorare il composto senza che si appiccichi alle mani, nonostante sia abbastanza morbido, e di ottenere delle piccole sfere regolari.

Una volta ottenute le sfere le ho messe in frigo (o in freezer) a solidificarsi un pò e nel frattempo ho temperato il cioccolato per la copertura (fondente/latte/bianco). Per indicazioni su come farlo vi rimando al Maestro cioccolatiere Nanni, guardate qui!

Ho quindi tuffato le sfere nel cioccolato temperato e alcune le ho fatte rotolare nel cocco rapè prima che la copertura solidificasse del tutto.

Seguendo questo procedimento ho quindi ottenuto 7 varianti diverse, in ordine nella foto da in basso a sx a in alto a destra:
-tartufo al cioccolato bianco, ricoperto di cioccolato bianco
-tartufo al cioccolato bianco, ricoperto di cioccolato bianco e cocco rapè
-tartufo al cioccolato al latte, ricoperto di cioccolato al latte
-tartufo fondente al rhum, ricoperto di cioccolato fondente e cocco rapè
-tartufo fondente al rhum, ricoperto di cioccolato fondente
-tartufo fondente al rhum, ricoperto di cioccolato fondente e cacao amaro
-tartufo fondente al rhum, ricoperto di cacao amaro (unico senza la ricopertura con il cioccolato temperato).




 

20 commenti:

  1. Mi fai morì :) Mi stavo riguardando ieri il tuo post sui macarons con le dosi triplicate ma pure coi tartufi non ti sei fatta mancare nulla eh ! Io sto cioccolatinando davvero poco quest’anno, mi sa che perderò del tutto la mano! Un bacione bimba, buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro! :)
      Diciamo che quando mi ci metto faccio dosi industriali.. Sarà una deformazione "professionale"??? Magari!
      La realtà è che conosco i miei polli.. considera che dopo averli portati a casa dei miei me ne hanno chiesto il bis dopo un giorno.. e li ho fatti! ;) Anche altri tipi che pubblicherò a "breve".. si fa per dire vista la frequenza con cui scrivo qui!
      PS impossibile perdere la mano col cioccolato!!!! E poi mal che vada ce le tuffiamo le mani nel cioccolato per recuperare! ;) bacio!!!

      Elimina
  2. 10 e lode!!!! :-DDD

    Il tuo post è l'evoluzione ideale del mio ormai vecchissimo e lacunoso post sui tartufi, che (ahimé) non ho mai avuto né la pazienza, né l'occasione di modificare... ho aggiunto perciò in fondo a quel post il link caldamente consigliato a questo tuo.

    Grazie di cuore per i link, sono orgogliosissimo di averti potuto avviare con quel poco che so alla golosa pratica del cioccolato! :-D

    Un abbraccione e felice giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nanni sei troppo gentile! :)
      Grazie per tutte queste belle parole e per il link.. Mi fai arrossire!
      Tutto questo non sarebbe stato possibile senza i tuoi corsi e tutte le preziose informazioni che condividi con passione nel tuo blog..

      Un abbraccio al cioccolato!
      A presto!

      Elimina
  3. Spettacolo!!! bellissime le foto e sicuramente meravigliosi questi tartufi. Ho fatto il corso col Nanni e sono rimsta a bocca apreta davanti alla sua maestria. Purtroppo faccio fatica a trovare il tempo per dedicarmi al cioccolato ma quando vedo queste meraviglie rimango incantata. Ho l'acquolina in bocca...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elenuccia!
      Ahi ahi, è un peccato aver fatto il corso del Nanni e non mettere in opera i suoi insegnamenti! ;)
      Dai su, per questi tartufi il tempo si trova.. e poi puoi sempre non ricoprirli col cioccolato, evitandoti anche il temperaggio.. Minimo sforzo, massimo risultato! :)
      a presto!

      Elimina
  4. e' vero è il momento giusto per lavorarlo e per mangiarne in gran quantità senza sentirsi troppo in colpa.!complimenti meravigliosi!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sìììì! Questo è proprio il periodo adatto.. Temperature ideali per lavorarlo e anche mangiarlo! ;) A presto!

      Elimina
  5. ti ho scoperto ieri per caso...e mi sono iscritta adoro il tuo blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) Felice che tu abbia fatto questa scoperta.. così ora op scopro te! :)

      Elimina
  6. Fantasticissimi!!!
    Ho appena scoperto il tuo blog, ora vado a curiosare tra le ricette che ho intravisto qui sotto, molto appetitose ;)

    Nel frattempo mi aggiungo anche ai followers :)

    A presto,
    Michela www.cook-alaska.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta e piacere di conoscerti!

      Elimina
  7. Mi viene voglia di levarne uno così gli altri rotolano... e poi si mangiano tutti... :D

    RispondiElimina
  8. Ciao che carino il tuo blog ci son belle ricette complimenti ;)
    mi unisco subito ai tuoi lettori fissi!

    Un abbraccio
    Alessandro
    fancyfactorylab.blogspot.it

    p.s. passa pure da me e fammi sapere che ne pensi ;) baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessandro! Grazie di essere passato e dei complimenti!
      Ricambio la visita con piacere! :)
      A presto!

      Elimina
  9. Che blog bello,l'ho appena scoperto! Bravissima! :)))

    RispondiElimina